Indietro
Vasculiti, l’importanza della diagnosi precoce play video button
6.10.2020

Vasculiti, l’importanza della diagnosi precoce

Diagnosticare le vasculiti risulta complesso a causa della rarità della patologia.

Da uno studio condotto è emerso che l’incidenza è pari a 5,8 casi per 100mila persone. Altro motivo di difficoltà diagnostica risiede nell’ aspecificità dei sintomi. Le diagnosi sono, nella maggior parte dei casi, di esclusione e quindi casuali.

Si avvalgono di alcuni elementi di laboratorio, degli indici di infiammazione e di indagini radiografiche. Il gold standard rimane la biopsia con istologico, ma non è sempre eseguibile.

In presenza di sintomi suggestivi di vasculite, è possibile identificare la patologia anche in fase precoce, con notevoli benefici per il paziente.

Ne parliamo con Gianluigi Bajocchi, Unità operativa complessa di Reumatologia, Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

Con il supporto NON CONDIZIONANTE di:

Intermedia srl
Via Malta, 12/b – 25124 Brescia – tel +39 030 226105
Via Ippolito Rosellini 12 – 20124 Milano – tel +39 02 60780611
Via Monte delle Gioie 1 – 00199 Roma – tel +39 06 8622881
logo intermedia
© 2020-2021 – CF. e P.IVA 03275150179 – Privacy & Cookie


Editore: Intermedia s.r.l.
Direttore Responsabile: Mauro Boldrini
Registrazione presso il Tribunale di Brescia N. 11/2020 del 05/10/2020
Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione N. 4867