Indietro
Sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi, inquadramento e diagnosiplay video button
29.4.2021

Sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi, inquadramento e diagnosi

La Sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi è stata chiamata dai reumatologi inglesi “sticky blood disease”, cioè la malattia del sangue appiccicoso, in quanto il sangue dei pazienti tende a fare coaguli, con il rischio di frequenti trombosi.

L’altro aspetto da evidenziare riguarda la patologia ostetrica, dovuta in parte a trombosi del settore utero placentale o all’effetto diretto degli anticorpi sulle cellule della placenta. Per diagnosticare la sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi esistono tre test: cioè il Lupus Anticoagulant, il test degli anticorpi anti-cardiolipina e il test degli anticorpi Anti-Beta 2 Glicoproteina I. Diagnosticare presto la patologia consente al paziente di evitare di andare incontro a episodi rischiosi.

Ne parliamo con Angela Tincani, Ordinario di Reumatologia ed Immunologia clinica ASST Spedali Civili, Università di Brescia.

Intermedia srl
Via Malta, 12/b – 25124 Brescia – tel +39 030 226105
Via Ippolito Rosellini 12 – 20124 Milano – tel +39 02 60780611
Via Monte delle Gioie 1 – 00199 Roma – tel +39 06 8622881
logo intermedia
© 2020-2021 – CF. e P.IVA 03275150179 – Privacy & Cookie


Editore: Intermedia s.r.l.
Direttore Responsabile: Mauro Boldrini
Registrazione presso il Tribunale di Brescia N. 11/2020 del 05/10/2020
Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione N. 4867